(in)equità di giudizio – 12^ giornata di Serie A

inequità di giudizio

Confrontiamo i voti delle maggiori redazioni calcistiche italiane e vi segnaliamo le clamorose discrepanze nelle votazioni dei calciatori che causano (in)equità di giudizio.

La 12^ giornata di Serie A è ricca di casi eclatanti di (in)equità di giudizio.

Cominciamo con Helander, difensore centrale di un Bologna che naufraga contro un lanciatissimo Crotone. Il difensore, insieme a tutta la retroguardia. è autore di una brutta gara.

Per  Gazzetta dello Sport  e Corriere dello Sport  5.  Tuttosport, 6.5. Una sufficienza abbondante che francamente ci sembra lontana dalla realtà!

 

Spostiamoci ora in Genoa – Sampdoria, partita terminata con un netto 0 a 2. I protagonisti, in questo caso sono Armando Izzo (difensore del Genoa) e Luca Rigoni (centrocampista del Genoa). Izzo prende 6 per  Gazzetta dello Sport, per Corriere dello Sport e 4,5 per Tuttosport. Il centrocampista, invece, oscilla tra il  di Gazzetta ed il 6,5  di Corriere dello Sport. In mezzo  il di Tuttosport. 

 

Passiamo ora all’anticipo di pranzo della domenica. Inter – Torino. Anche in questo caso i protagonisti sonoi due ed entrambi del Torino. Iago Falque  Rincon. Lo spagnolo, autore del gol del momentaneo vantaggio e l’ex centrocampista della Juventus. Entrambi autori di una buona prestazione si aggiudicano gli stessi voti. Per Gazzetta dello Sport, voto . Per Corriere dello Sport voto 6,5 e per Tuttosport 8. 

Non ce ne vogliano gli amici di Tuttosport, ma solitamente si da ad un giocatore autore di una partita impeccabile con un paio di gol realizzati. Ad un portiere che compie numerose parate eccezionali. Non a dei centrocampisti autori di una buona prova ma senza dubbio non protagonisti di una gara eccezionale. 

Passiamo ora ai match del pomeriggio. In Cagliari – Verona, Nicolas, portiere dei padroni di casa, neutralizza un rigore a Cigarini. Il portiere prende 7 per Gazzetta e 5,5 per Corriere dello Sport. 5,5  per un portiere che para un rigore è un voto davvero troppo basso. 

In Fiorentina – Roma, Federico Chiesa prende 6,5 – 5 – 6. (GS, CS, TS). Lo juventino Alex Sandro passa dal 6,5 di Corriere al 5 di Tuttosport.

Curiosi i casi anche di ChibsahMora e Petagna.  I tre calciatori hanno, per le tre diverse redazioni citate, rendimenti molto discostanti tra loro. Il centrocampista del Benevento passa da un 4,5 di Tuttosport ad una sufficienza di Gazzetta (6). 

Stesso discorso anche per il capitano della Spal. 5,5 per Gazzetta e addirittura per Corriere dello Sport.

Petagna, invece, riesce nell’impresa di aggiudicarsi un severo 4,5 per GS e addirittura un 6,5  per Tuttosport.

Ora passiamo al protagonista indiscusso di giornata  Hakan Calhanoglu, talentuso centrocampista del Milan che non è ancora riuscito a mettere in mostra le sue doti tecniche. La partita in questione è Sassuolo – Milan, posticipo serale della 12^ giornata di Serie A. I rossoneri si sono imposti per 2 a 0. Il trequartista turco, autore di una prova un po’ opaca, si è messo in luce solo con il corner calciato per il gol di Romagnoli. Corriere dello Sport e Gazzetta hanno assegnato la sufficienza per il calciatore. Tuttosport si è sbilanciato in un incomprensibile 4,5.

Il calcio è uno sport soggettivo e chi guarda le partite è influenzato da tantissimi fattori ma, talvolta, alcune votazioni oltre che clamorose si trasformano in paradossali.

Le precedenti puntate di (in)equità di giudizio:

11^giornata di serie A

10^ giornata di serie A

9^giornata di serie A

 
 
 
Condividi