(in)equità di giudizio – 10^ giornata di serie A

inequità di giudizio

Dopo il grande successo della scorsa puntata, benvenuti al secondo episodio della rubrica settimanale: (In)equità di giudizio.

Confrontiamo i voti delle maggiori redazioni calcistiche italiane e vi segnaliamo le clamorose discrepanze nelle votazioni dei calciatori.

Cominciamo con Silvestre che in Inter – Sampdoria è autore di una prestazione poco convincente. Dello stesso avviso però non è Gazzetta dello Sport  che assegna una sufficienza piena al difensore 6.  Corriere dello Sport e Tuttosport, 5 e addirittura 4,5. Spostiamoci ora in Atalanta – Verona, Toloi, difensore centrale dei bergamaschi è protagonista di una diversità di giudizi clamorosa. Gazzetta dello Sport  assegna al giocatore un esagerato 7,5 ,Corriere dello Sport, uno striminzito 6, Tuttosport un equo 6,5. 

Le sorprese non sono finite e nella stessa partita Kean, centravanti juventino in prestito a Verona prende un bel 4,5 per Gazzetta dello Sport  mentre per le altre due redazioni il calciatore è autore di una prestazione dignitosa 6,5.  Nella stessa gara, Verde, rimedia nell’ordine 7 per Gazzetta dello Sport  5,5 per  Corriere dello Sport.

Spostiamoci ora a Bologna – Lazio, partita in cui Ciro Immobile sbaglia un rigore colpendo il palo. Antonio Mirante,  portiere del Bologna subisce 2 gol ma ne vita, almeno un paio, ormai certi. 5,5 per GS e un netto per TS.

Il caso di giornata

Ora passiamo al caso più clamoroso ed assurdo di giornata e che riguarda la vittoria per 3 a 0 della Fiorentina contro un Torino sempre più in difficoltà. Niang, autore di una prestazione davvero deludente, spara sulla traversa una nitida occasione da gol a tu per tu con Sportiello. Il giudizio non può che essere impietoso, ed infatti  Corriere dello Sport  e  Tuttosport, assegnano 5 4. 

A sorpresa  Gazzetta dello Sport   assegna 5,5. Quasi la sufficienza per un giocatore che si è divorato la possibilità di poter riaprire una partita dove i granata hanno sfigurato.

Mbaye Niang

Il calcio è uno sport soggettivo e chi guarda le partite è influenzato da tantissimi fattori ma, talvolta, alcune votazioni oltre che clamorose si trasformano in paradossali.

 

loading...
Condividi